Il Vulcain Cricket Nautical del 1961

Un orologio che abbiamo avuto il piacere di avere qui in negozio è il Vulcain Cricket Nautical del ’61, uno degli orologi vintage più affascinanti a nostro avviso. La Vulcain nasce molto tempo fa, nel 1858 a La Chaux-de-Fonds, fondata da Maurice Ditisheim (1831-1899), ritagliandosi rapidamente un posto tra le migliori marche svizzere.
Quando gli orologi da polso iniziarono a diventare popolari anche la Vulcain iniziò ad interessarsene seriamente, e infatti
nel 1947, la “Fabbrica di Orologi Vulcain” creò il primo orologio svegliarino da polso, con il famoso calibro meccanico Cricket (ovvero “grillo”) con caratteristiche tecniche di prim’ ordine. Grazie a un doppio bariletto vantava una potente suoneria della durata di circa 25 secondi. La precisione degli orologi Vulcain fu sempre una priorità, infatti gli orologi erano corredati da attestazioni ufficiali di cronometro. Gli orologi Vulcain sono famosi anche per essere stati per molti decenni gli “orologi dei presidenti”, essendo stati apprezzati e portati spesso da diversi presidenti americani.

Il nostro orologio invece nasce nel 1961, quando Vulcain lancia il modello Nautical, con allarme udibile sott’acqua.
Il suo papà, il professor Hannes Keller di Zurigo, professore di matematica e subacqueo specializzato delle grandi profondità, mise a punto alla fine degli anni ’50 delle miscele gassose che permettevano di scendere alle profondità di 200/250 metri per raggiungere l’allora inesplorata piattaforma continentale e consentivano anche una riduzione considerevole dei tempi di decompressione necessari per la risalita. Occorreva quindi un orologio all’altezza di queste ambizioni!
Hannes Keller si associò con l’esploratore e cineasta Max-Yves Brandily e l’istruttore nazionale d’immersione Arthur Droz e in collaborazione con Vulcain mise a punto il “Cricket Nautical”, il primo orologio svegliarino da immersione:
L’orologio doveva essere impermeabile fino a 300 metri, contenere le tabelle di decompressione e suonare chiaramente nell’acqua per informare uno o più subacquei.
Fu ottenuta l’impermeabilità con la costruzione di una cassa avente tre fondelli sovrapposti, due che erano a tenuta, e il terzo atto invece a migliorare la diffusione del suono come timbro e cassa di risonanza. I fondelli dovevano essere sufficientemente solidi per resistere a pressioni di 30 atm. ma anche sufficientemente sottili per produrre vibrazioni potenti. La tradizionale lunetta girevole fu sostituita da un quadrante girevole centrale azionato tramite una corona supplementare dotato di un’apertura rettangolare dalla quale si potevano leggere le durate di sosta a diverse profondità per rispettare i tempi di decompressione a 60, 50, 40 e 30 m., sovrapposto ad uno sottostante fisso. Anche il vetro fu oggetto di accurate ricerche e grazie ad un materiale plastico particolarmente resistente derivato dall’ industria automobilistica si ottenne quello che serviva.
Fu utilizzato il calibro classico V 120 e, cosa spettacolare, la sonorità ottenuta era tanto più potente in quanto l’acqua trasmetteva le vibrazioni sonore meglio dell’aria.

Fu utilizzato per la prima volta nel 1961, durante un’immersione con autorespiratore all’interno di una camera idropneumatica. “ Sono felice di annunciarvi di aver stabilito un nuovo record mondiale di immersione a Brissago il pomeriggio del 28 giugno 1961” scrisse Keller nella lettera inivata alla Vulcain il 3 luglio 1961.
”… sottoposti ad incredibili strapazzi con elevati sbalzi di pressione e di temperatura… Entrambi gli orologi hanno superato il test in modo eccellente…. Ho anche testato il meccanismo di allarme di uno dei due … Il suono era chiaro, ben distinguibile, sebbene la muta fosse completamente chiusa…”, concludendo: “ vista questa prestazione straordinaria, non ho alcun dubbio che l’orologio subacqueo Cricket Nautical avrà uno straordinario successo di mercato e che a molti sub fornirà la stessa incredibile prestazione che ha dimostrato durante il nostro difficile test”. Keller e Kenneth McLeish erano riusciti ad immergersi nel lago Maggiore a 222 metri di profondità portando al polso un Cricket Nautical e dimostrando di poter svolgere un lavoro impegnativo come sollevare un peso di 30 kg ogni 6 secondi per 10 minuti con perfetta tenuta e funzionamento dell’orologio, che ancora oggi conserva il fascino dell’ innovazione dell’epoca e un gusto estetico Vintage ricercato e unico.